Invocazione di uno Spirito Antico

Ogni tanto c’è qualcuno che mi scrive privatamente per chiedermi in quale dei miei libri si trova descritto il Rito dell’Invocazione.

Nel libro La Vecchia Religione spiego il significato dell’Invocazione e in cosa consiste.

Nel Grimorio di Striaria faccio presente invece che esiste il Rito di Invocazione di Diana Lucifera pur senza tuttavia riportarlo, trattandosi di una pratica Segreta.

Ci sono delle pratiche che sono troppo avanzate per poter essere auto-gestite e che non possono essere auto-celebrate, come nel caso del Rito di Invocazione di una Divinità.

Questo tipo di esperienza necessita della presenza di un Magister e non può essere svolta da soli, senza il supporto di uno Specialista del Sacro.

È il Magister che invoca lo Spirito Antico nella persona che è stata prima adeguatamente preparata ad accoglierlo.

E qualora l’Invocazione abbia luogo e lo Spirito Antico discenda per incarnarsi temporaneamente nel corpo dell’Eletta che gli è stato offerto, serve un Magister che sia stato debitamente istruito a gestire la situazione poi, in modo adeguato alla particolarità dell’esperienza, che è la più incredibile che possa essere vissuta…

Ci sono cose che possono essere insegnate in modo scritto.

Altre che possono essere trasmesse soltanto da bocca a orecchio.

E altre ancora, infine, che possono solo essere mostrate facendole vivere!

Il Segreto dell’Invocazione può essere appreso unicamente in questo modo…

Scritto da Dragon Rouge © in data 01/06/2022

Questo articolo può essere linkato e rebloggato, ma non copiato.

Sul cosiddetto Simbolo di Lilith

Talvolta chiamato anche impropriamente Sigillo di Lilith…

La Luna calante di Lilith o “Luna crociata” non è IL Simbolo di Lilith, ma è certamente UN Simbolo Lilithiano.

Come ho spiegato già in un precedente articolo – Su Lilith Dea delle Streghe Lilithiane – il vero Simbolo di Lilith non è assolutamente di dominio pubblico, è un Glifo segreto che può essere mostrato solo nel Percorso Misterico di Lilith.

La Luna calante di Lilith rappresenta il Cammino che conduce alla Luna Nera (novilunio).

Questo Cammino nel Velo Nero è chiamato la Via della Luna Nera.

La Luna calante di Lilith ha un duplice significato: uno essoterico, che spiegherò ora, ed uno esoterico (segreto).

Rappresenta i 4 Passi – e quindi le 4 Iniziazioni – del Cammino Lilithiano.

La Via della Luna Nera ha inizio ad Est, l’Accolita di Lilith (o l’Accolito) al termine di questo Passo si sottopone all’Abbraccio della Notte per rinascere come Adepta di Lilith I (o Adepto).

Lo Spettro che sta a guardia del Portale dell’Est non permetterà il varco a chiunque non sia mentalmente pronto a sostenere la Via della Luna Nera.

Alcune persone, riceveranno il Soffio del Vento di Lilith (Aria) – solitamente ciò avviene durante l’Abbraccio della Notte – a costoro sarà data una “mappa” (una pergamena con delle istruzioni segrete) e potranno proseguire a Sud per inoltrarsi nel deserto.

Nel deserto il Fuoco di Lilith forgia coloro che sono destinate a diventare le Sue Lilithiane II e ricevere la prima parte del Glifo segreto.

L’ardente desiderio che ha caratterizzato questa fase del Cammino potrà spingere la Lilithiana a voler proseguire oltre, ma per farlo dovrà dare prova inequivocabile del suo Potere, sottoponendosi ad una prova.

Se la supera riceverà una nuova “mappa” e potrà recarsi all’oasi che si trova ad Ovest per essere istruita a diventare una Ancella della Notte.

Chi ha accesso al terzo Passo del Cammino può essere considerata una Apprendista Ancella.

Tuttavia sarà solo chi riuscirà a compiere con successo la “Chiamata dei quattro Venti” che potrà assurgere al rango di Ancella della Notte III e ricevere la seconda parte del Glifo segreto di Lilith.

Chi dimostra di aver sviluppato – o forse risvegliato – un così grande Potere durante il Cammino iniziatico fin qui percorso è certamente degno di poter accedere all’Ordine Interno del Tempio di Lilith.

Potrà dunque recarsi a Nord per essere istruita ai Misteri del Sacerdozio della Vergine Oscura.

Chi ha accesso al quarto Passo del Cammino può essere considerata una Apprendista Sacerdotessa.

Oggi come oltre 4000 anni fa sarà Lilith stessa a scegliere infine la Sua Sacerdotessa IV, che potrà così degnamente fregiarsi del Glifo segreto della Regina della Notte…

Scritto da Dragon Rouge © in data 12/09/2021

Questo articolo può essere linkato e rebloggato, ma non copiato.

Il Sentiero delle Streghe (libro)

Con l’Equinozio di Primavera ha visto la luce il Decimo Sigillo della Via Purpurea, la mia prima opera non monotematica.

Questo nuovo libro si intitola come questo blog: Il Sentiero delle Streghe e non a caso, in quanto nel realizzarlo mi sono ispirato a The Equinox, la rivista esoterica curata dal Magista inglese Aleister Crowley e pubblicata a partire dal 1909 come organo ufficiale di informazione dell’Ordine Argentium Astrum.

Allo stesso modo Il Sentiero delle Streghe nasce con la medesima funzione, per essere la Voce della Via Purpurea e di coloro che la percorrono, praticando una o più delle Cinque Vie Iniziatiche di cui essa attualmente si costituisce.

Per realizzarla mi sono infatti avvalso anche della collaborazione di quattro praticanti e a tale proposito vorrei pubblicamente ringraziare A., Alida K., Lucius, Miranda della Luna, per aver voluto arricchire queste pagine con la loro preziosa testimonianza.

L’opera contiene 19 tematiche diverse basate principalmente sulla Stregoneria Italiana, sulla Tradizione di Striaria, sulla Stregoneria Luciferiana e sul Culto di Lilith.

Vi sono inoltre anche alcune pratiche stregonesche.

Tutti questi nuovi contenuti sono assolutamente inediti, tra di essi vi sono anche alcuni frammenti tratti dal mio Diario Magico che sono stati desecretati per l’occasione per degnamente completare gli scritti in cui li ho inseriti.

Tra gli argomenti:

  • I rituali del culto magico di Aradia
  • La trasmissione dei poteri della strega
  • Breve historia della magia
  • Testimonianza di un’Adoratrice di Lucifero
  • Sull’aldilà e sulla morte (del corpo)
  • Commentario esoterico ai Canti di Aradia – parte II
  • La trasmigrazione dello spirito della strega
  • Svelato il mito: Lilith prima moglie di Adamo
  • Svelato il mito: Lilith madre di tutti i demoni
  • L’origine delle prime streghe
  • La Via Oscura
  • Il mito dell’Età dell’Oro e della caduta
  • Testimonianza di un’Adepta di Lilith
  • E molto altro…

Concludo infine facendo alcune brevi precisazioni su 3 di questi importanti contenuti.

I rituali del culto magico di Aradia” (Tomo II) rappresentano uno dei Tomi segreti che compongono Il Libro di Aradia e che quindi nel 2005 non erano stati inclusi nel Tomo I in appendice alla versione integrale del libro I Canti di Aradia: il Vangelo delle streghe italiane

Il Libro di Aradia” (Tomo I) si trova contenuto anche nel Grimorio di Aradia oltre al prequel del “Vangelo delle streghe” più comunemente noto come Il Grimorio della Strega

Il “Commentario esoterico ai Canti di Aradia – parte II” prosegue e completa invece quanto scrissi a suo tempo sul Grimorio di Aradia – che contiene il “Commentario esoterico ai Canti di Aradia – parte I” – riportando appunti e considerazioni assolutamente inediti, che rivelo ora per la prima volta.

Segnalo inoltre che nel brano “Sull’aldilà e sulla morte (del corpo)” ho incluso anche le “Istruzioni funebri del Culto degli Antichi Dei”, di cui la Via Purpurea è espressione.

Non si tratta di un rituale, ma rivelo ciò che mi è stato insegnato affinché quando giungerà “l’ultima Iniziazione” il trapasso possa avvenire certamente e senza impedimento alcuno…

Così che l’Ascensione possa infine compiersi…

Scritto da Dragon Rouge © in data 20/03/2022

Questo articolo può essere linkato e rebloggato, ma non copiato.

Sul Rito della Candelora

1 / 2 Febbraio

La Candelora, o Festa delle Torce, è uno dei momenti magici dell’anno in cui è possibile compiere operazioni o esperienze particolari che non potrebbero trovare realizzazione diversamente.

In questi anni ne ho descritte due, aventi diverse funzioni.

Nel libro Vivere la Vecchia Religione ho spiegato un rito, da compiersi quella notte, volto ad invocare la protezione degli Antichi Dei, “Così che niente e nessuno possa nuocerci”, utilizzando il Fuoco per tenere lontano ogni male o insidia dalla propria persona e da coloro che ci sono cari.

Nella Stregoneria Luciferiana invece coloro che avranno ricevuto in dono da Lucifero il Magico Artefatto, che può scaturire dalla celebrazione del Grande Sabba delle Luci d’Inverno, potranno utilizzarlo per potenziare fino ad un massimo di 5 candele o ceri di cui servirsi poi per compiere il Rito dello Scongiuro per propiziarne ulteriormente il buon esito.

Il Rito della Candelora si celebra nella notte tra l’1 e il 2 Febbraio, allo scoccare dell’Ora delle Streghe…

Scritto da Dragon Rouge © in data 05/01/2022

Questo articolo può essere linkato e rebloggato, ma non copiato.

Sul Grande Sabba di Lucifero

La più importante celebrazione della Stregoneria Luciferiana ha luogo nelle ore notturne del 21 dicembre.

Nel gelo del Mezzo Inverno, nella Metà Oscura dell’anno, ovunque dimorino nascosti i Seguaci dell’Antico Dio delle Streghe ardano le Luci d’Inverno, oggi come un tempo, per illuminare il Sacro Altare di Lucifero, che in epoche remote fu di fredda pietra, ma ancor prima fu di calda carne… viva e pulsante di desiderio per il nostro Antico Signore…

Semper Fidelis!

Scritto da Dragon Rouge © in data 23/10/2021

Questo articolo può essere linkato e rebloggato, ma non copiato.

Sulla Tradizione magica e iniziatica

Il termine Tradizione (Traditionem) deriva dalla parola latina “tradere”, che significa: consegnare, trasmettere.

Può essere la trasmissione di miti, riti, leggende, dottrine, antichi saperi e usanze, che devono essere tramandate senza subire alterazioni.

Nelle Tradizioni magiche e iniziatiche per millenni questa trasmissione è avvenuta oralmente e attraverso il compimento di esperienze esoteriche specifiche, adeguate allo scopo.

Successivamente per meglio preservare questi preziosi saperi in alcuni casi cominciarono ad essere trascritti su tavolette di argilla, rotoli, papiri, pergamene, codex, ecc. affinché non si smarrissero nelle pieghe del tempo e potessero continuare ad essere tramandati senza essere alterati e corrotti.

Una Tradizione è tale solo se ha contenuti propri, che in linea di massima devono essere unici e così caratteristici da essere immediatamente riconoscibili come se fossero un marchio identificativo.

Inoltre essa deve necessariamente possedere delle precise e irremovibili Regole di Trasmissione che indicano chiaramente in che modo, quando, a chi e in che misura questi Saperi, Riti e Poteri potranno essere trasmessi.

Senza queste Regole non sei in presenza di una reale Tradizione.

Ad esempio vi sono Tradizioni in cui certi Arcani saperi possono essere trasmessi da chi li possiede (essendone Custode) solo oralmente e a massimo 3 persone nell’arco di tutta la propria vita terrena.

Alcune Tradizioni richiedono specifici Legami di Sangue o Spirituali affinché la trasmissione possa essere compiuta.

Altre Tradizioni prevedono che certi riti o strumenti rituali possano essere trasmessi solo in uno specifico momento magico dell’anno (e ognuno ha il proprio), secondo le modalità tramandate dalla Tradizione, quindi o così o niente!

L’appartenenza a talune Tradizioni magiche e iniziatiche può richiedere, infine, persino l’obbligo di trovare un degno successore a cui trasmettere i propri segreti e in taluni casi anche Poteri, prima che l’ascesa si compia.

Nel libro Il Sentiero delle Streghe riporto una testimonianza raccolta sul finire del 1800 in cui viene spiegato come avveniva la Trasmissione dei Poteri della Strega.

Nella Via Purpurea le Regole di Trasmissione sono quelle Tradizionali, comunemente accettate dalle Tradizioni iniziatiche e magiche:

Trasmissione scritta, tramite libri e pergamene che fungono anche da oggetti di collegamento.

Trasmissione orale.

Trasmissione totale, ovvero facendo compiere esperienze esoteriche specifiche, adeguate allo scopo.

Se nell’antichità il Sacerdozio utilizzava la scrittura solamente per trasmettere la Tradizione in un ambito più interno e circoscritto, come ad esempio accadeva nell’antico Egitto (vedi il Libro delle Porte, il Libro delle Caverne, il Libro dell’Amduat), la Via Purpurea trasmette invece in forma scritta il Percorso Esterno dei propri Sentieri, ovvero le Cinque Vie iniziatiche che la compongono, avvalendosi di libri che formano una letteratura iniziatica specifica per ciascun Cammino.

L’utilizzo di pergamene è contemplato ma è raro, ad oggi infatti solo 4 persone in tutto il mondo hanno ricevuto una di queste pergamene scritte di mio pugno.

Il Percorso Interno, quello esoterico – che può attuarsi solamente tramite l’insegnamento diretto – si basa invece sulla Trasmissione totale avvalendosi però anche della Trasmissione orale e di pergamene, a completamento delle esperienze da svolgere, quando è necessario.

Questo è come opera la Via Purpurea, una Tradizione che, seppur sorta solo un terzo di secolo or sono, osserva ancora Regole d’altri tempi…

Una Tradizione che non vuole essere custode delle ceneri del passato, ma mantenere viva una Fiamma Antica affinché possa illuminare anche questo presente…

Scritto da Dragon Rouge © in data 05/10/2021

Questo articolo può essere linkato e rebloggato, ma non copiato.

Sulla Via Purpurea

La Via Purpurea è una Tradizione Iniziatica sorta in Italia circa un terzo di secolo or sono per Volere degli Antichi Dei, così che il Loro Culto potesse rigenerarsi in questo presente riportando alla luce una Spiritualità Primordiale che fosse realmente degna di potersi definire tale.

La Via Purpurea è un atollo completamente incontaminato dalla tradizione giudeo-cristiana, questo è davvero rarissimo in Occidente.

Ed è per questo motivo che la Via Purpurea vuole rimanere una realtà a sé, separata dal Neopaganesimo e dalla Neostregoneria, oltre che tenersi a debita distanza in particolare da tutti quei moderni “sincretismi” (per non dire pasticci) che sono nati con l’avvento di internet, in cui è stato mischiato tutto con tutto in modo caotico e senza cognizione di causa, semplicemente perché piaceva…

Essendo una Spiritualità la Via Purpurea non si occupa di politica, cause e diritti civili, ambientali o altro, non prescrive diete alimentari e tutte quelle cose tipiche delle non-spiritualità e di chi ha evidentemente frainteso ciò che può realmente dirsi Spirituale.

Sei libero di votare per chi vuoi come di non votare affatto, sei libero di mangiare e bere quello che vuoi, di interessarti di quello che vuoi, di dedicarti alle cause che senti più giuste, tutto questo non riguarda gli Spiriti, ma solo e unicamente te e tutte queste cose Diurne…

La Via Purpurea si occupa di mettere in relazione coloro che la praticano con Spiriti Antichi e Potenti (questo è ciò che deve fare una Spiritualità), affinché da quest’alleanza le persone possano trarne i migliori benefici.

La Via Purpurea è priva di una dottrina, non ti dice come ti devi comportare nella vita di tutti i giorni, non ti dice di odiare qualcuno o di discriminare alcune persone, non ti dice di convertire la gente, non ti priva dei naturali piaceri della vita e tutte quelle cose tipiche delle dottrine della non-spiritualità.

I libri che ho scritto non sono dei testi Sacri, ti insegnano solo come percorrere al meglio i 5 Sentieri che costituiscono, attualmente, la Via Purpurea.

La Via Purpurea è il Ponte verso una nuova Età dell’Oro per una nuova umanità!

Se desideri approfondire meglio questo importante argomento, nel libro Il Sentiero delle Streghe troverai un capitolo apposito intitolato: Il mito dell’Età dell’Oro e della “caduta”.

Ognuno di questi Sentieri rappresenta un viaggio iniziatico volto alla scoperta degli Antichi Dei e all’esplorazione dei segreti del Lato Notturno, una diversa realtà…

Questi miei scritti sono da considerarsi come mappe per lo sviluppo Spirituale e Magico che permettono al Viandante di addentrarsi nei misteriosi meandri dell’ignoto, guidandolo lungo il tortuoso cammino attraverso il Labirinto della Notte, affinché possa giungere infine alla perduta Soglia…

Meta ambita da tutti, ma che è sempre stata destinata a pochi…

La pratica di ognuno di questi Cammini iniziatici si presenta come individuale, ma all’occorrenza alcuni riti possono essere riadattati per la pratica di coppia o anche di un gruppo rituale.

Essa richiede un esiguo numero di strumenti rituali, ridotti veramente all’essenziale, questo perché preferisco che il Viandante si abitui da subito a praticare ad un alto livello di qualità.

Questo magari potrebbe non soddisfare le persone superficiali, sai quelli che vogliono i libri con tante tante pagine… perché per loro conta più lo spessore di un libro che i suoi contenuti?

E certamente non soddisferà tutti coloro che vivono di cliché provenienti dalle fiction televisive e dall’ostentazione dell’esteriorità, che è l’esatto opposto dell’esoterismo…

Oppure che vivono di fantasie che potrebbero essere accettabili solo in un cartone animato per bambini…

La verità è che se ambisci al massimo dovrai prima essere tu a dare il massimo!

Se ambisci ad ottenere risultati stra-ordinari devi comprendere che dovrai agire in modi altrettanto non-ordinari!

Nella Via Purpurea il livello di serietà è al massimo, sono nato sognatore ma la vita mi ha insegnato ad essere anche dannatamente pragmatico quando serve.

C’è chi investe sul proprio fisico e va in palestra, c’è chi investe sullo studio e va all’università auspicando così di ottenere poi un lavoro meglio retribuito, io investo invece sull’irrazionale, sul Potere che proviene dagli Esseri Antichi che dimorano nell’invisibile…

E l’ho sempre fatto mantenendo però uno spietato realismo, perché a me non interessa vivere in un perpetuo “trip” basato sull’autoinganno…

I “se volessi…” (e poi non lo fanno mai) e i “se potessi” (e poi non ci provano neanche) e i “se avessi” (la madre di tutte le scuse) son solo aria fritta… per persone sostanzialmente inconcludenti.

A me interessa invece ottenere risultati concreti, benefici che siano godibili già ora, nella mia quotidianità, e non solamente dopo aver varcato la Soglia dell’Altro Mondo…

Questo è sempre stato uno dei Pilastri della Via Purpurea, tanto che già più di 10 anni fa le persone cominciarono a pensare che DR (l’abbreviazione di Dragon Rouge che talvolta utilizzo nella corrispondenza privata quando è assidua) significasse in realtà Dare Risultati!

Non ho quindi rinunciato ad essere un sognatore, il Cammino mi ha insegnato come realizzare i miei sogni, perché viverli credimi che è molto meglio che limitarsi a sognarli e basta…

Scritto da Dragon Rouge © in data 07/07/2021

Questo articolo può essere linkato e rebloggato, ma non copiato.

Essere la schiava di Lilith

Comprendere cosa significa veramente…

Nei rituali descritti nel Velo Nero l’officiante proclama di essere la Schiava (o lo Schiavo) di Lilith.

Tale affermazione, che ai nostri giorni chi ha qualche problemuccio d’Ego potrebbe fare fatica ad accettare, era consuetudine anche nella stregoneria antica.

Tratto dal Rito della (prima) Consacrazione dei tempi antichi:

La Novizia restando inginocchiata al cospetto del Magister (in quel momento Simulacro vivente di Lucifero) faceva professione di fede: “Tu sei il mio Dio e io sono la tua schiava”.

Affermare di essere la Schiava (o lo Schiavo) di Lilith dev’essere fatto con desiderio e con gioia, altrimenti è meglio non farlo – piuttosto che affermare una cosa non sentita e quindi non vera – e sostituire la parola “Schiava” (o Schiavo) con “Adoratrice” (o Adoratore). Ciò è consentito.

Potrebbe sembrare un controsenso – per chi ancora non ha provato – ma essere la Schiava di Lilith in realtà ti libererà, spezzerà la tue catene!

A tale proposito, voglio pubblicare la testimonianza di un’Adepta della Via della Luna Nera:

Percorrere questo cammino con Lilith è come se mi stimolasse ad essere la migliore versione di me stessa. Da quando ho cominciato il cammino della Via della Luna Nera sento che la parte migliore di me stessa, che era rimasta imprigionata e nascosta nelle segrete, si è spontaneamente liberata, è come se si fossero aperte le porte della cella in cui era rimasta prigioniera, capito? E sto benissimo, veramente, mi sento più forte, mi sento meravigliosamente bene, è una condizione quotidiana ormai”.

La prima cosa che ho sentito da quando ho iniziato il cammino della Via della Luna Nera è che essere la migliore versione di se stessi è comunque un cultuare Lilithè una forma di rispetto nei Suoi confrontiLilith non vuole paura o insicurezza, trascuratezza o abbruttimentoLei è meravigliosa e una delle suppliche che Le rivolgo ad ogni mia interazione con Lei è esattamente quella: essere degna di Lei!”

Testimonianza di Lylarab, Adepta (I) della Via della Luna Nera, Tradizione Lilithiana.

Membro della Corte Esterna dell’Ordine della Luna Nera (OLN).

Quello che taluni non capiscono è che voler essere la Schiava di Lilith porta in realtà a raggiungere un più ampio livello di Libertà, contrariamente a quello che magari costoro hanno immaginato rimanendo imprigionati in un limitato concetto di “schiavitù” costituito dai soliti banali cliché…

Se costoro si fossero presi la briga di consultare il dizionario etimologico, avrebbero scoperto che “schiavo” significa anche: “Essere tutto dedito a qualcuno”, quindi prendersene “cura”…

E che cos’è il “culto” se non la “cura” che si rende alla Divinità?

Scritto da Dragon Rouge © in data 16/06/2021

Questo articolo può essere linkato e rebloggato, ma non copiato.

Quando l’IDEA non è una DEA…

Ma si rivela anzi una pessima IDEA…

Vi è un certo numero di persone che, secondo me, più che rapportarsi con l’Entità con cui credono di aver a che fare, si rapportano con l’IDEA che questi individui hanno di codesta Entità.

IDEA che, come un dogma, oscura completamente ogni possibilità di “sentire” realmente l’Entità.

IDEA che spesso deriva dal proprio trascorso cattolico – dunque da una tradizione giudeo-cristiana – un immaginario mentale che è molto complesso da estirpare, ma anche dalle fiction televisive e da un certo tipo di letteratura horror-fantasy che è largamente diffusa tra le masse.

IDEA che si autoalimenta di continuo nella superficialità che solitamente caratterizza internet ed in particolare i cosiddetti “social”, che hanno dato voce a chiunque… generando in molti casi un livello di confusione e disinformazione che mai si era visto prima d’ora!

Prendere contatto con l’IDEA che ti è stata inculcata di una Entità, invece che rapportarsi realmente e liberamente con l’Entità in questione, è come – per usare una metafora – chiamare un telefono pubblico a cui potrebbe non rispondere nessuno, oppure chiunque…

Spacciandosi, a tua insaputa, per l’Entità che tu hai provato a contattare.

Questo può essere davvero molto pericoloso.

Devi sapere che nell’Altrove ci sono degli Esseri, che un tempo furono terreni, che sopravvivono nutrendosi dei viventi…

Anni fa ho scritto un breve trattato su questi Esseri Oscuri intitolato: La Via Oscura, che a marzo 2022 è stato pubblicato nel libro Il Sentiero delle Streghe

Questi Esseri sono degli astuti e pericolosi predatori del mondo degli spiriti che cercano di soggiogare – e poi infine divorare – coloro che decidono volontariamente di fargli una offerta di sangue, compiendo un atto cruento.

Chi commette questo terribile errore viene “marchiato”, diventa il loro “pasto caldo”…

Chi è stato “marchiato” è facilmente riconoscibile perché inizia un percorso di progressivo degrado: diventa facilmente aggressivo, è incline alla violenza, pratica una o più forme di autolesionismo, ha spesso problemi di salute, ha disturbi del sonno, è orientato al male: a pensare male, a giudicare male, a parlare male degli altri, è fortemente attratto dal sangue e dalla morte.

In sintesi: è divorato da un evidente malessere interiore…

Che voi crediate a cose tipo: “non dirmi come essere una strega” o che “non avete bisogno di un Maestro perché tanto sapete tutto voi” per me va benissimo, siete assolutamente liberi di pensare quello che volete, ci mancherebbe, ma rammentate:

Siate vigili poiché nel Culto come nell’Oc-culto nessun errore vi sarà perdonato, ci sarà sempre un prezzo da pagare…

Ciò che è cominciato nel sangue come pensi che finirà?

Scritto da Dragon Rouge © in data 30/05/2021

Questo articolo può essere linkato e rebloggato, ma non copiato.